Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione
Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
mangiomeglio
chiedoemangio
somangiare
sobere
contoemangio
Sapermangiare in video
Per saperne di più

L'alcol può avere molti effetti negativi sulla salute, sia fisica che mentale, che possono essere evitati o contenuti solo prestando attenzione tanto alle dosi quanto alle modalità di consumo. L'alcol inoltre è la prima causa di morte per i giovani maschi tra i 15 e i 19 anni, ed è tra le cause più frequenti di incidenti stradali, in casa e sul lavoro.

 

Il livello di alcol nel sangue (alcolemia) influenza il comportamento e il rischio per la salute.
A parità di quantità di bevande alcoliche ingerite, la concentrazione di alcol nel sangue varia da persona a persona secondo l'età, il sesso, lo stato di salute, e a seconda se il consumo di bevande alcoliche è avvenuto a digiuno o a stomaco pieno.
In un uomo di 70 Kg e in una donna di 60 Kg che hanno bevuto a stomaco pieno, la quantità di alcol nel sangue e la conseguente alterazione dei comportamenti possono essere le seguenti (vedi anche SoBere?):

  • Due Unità Alcoliche* per l'uomo, e una nella donna (alcolemia di 0,3-0,4 g per litro di sangue): i movimenti sono bruschi e aumentano i comportamenti spericolati, i tempi di reazione si allungano.
  • Tre bicchieri di vino per l'uomo e due bicchieri di vino per la donna, o quantità corrispondenti di alcol per altre bevande (alcolemia di 0,5 g per litro di sangue: limite legale ammesso per la guida dei veicoli): si riduce la visione laterale e quella degli ostacoli e dei segnali luminosi; la probabilità di un incidente raddoppia; il comportamento comincia ad essere disinvolto.
  • Cinque bicchieri di vino per l'uomo e quattro per la donna, o quantità corrispondenti di alcol per altre bevande (alcolemia di 0,7-0,8 grammi per litro di sangue): i movimenti sono scoordinati e la guida pericolosamente compromessa, la probabilità di incidenti stradali aumenta di cinque volte; il comportamento è francamente disinibito, e si possono fare cose di cui ci si potrebbe pentire una volta tornati sobri.
  • Sei bicchieri di vino per l'uomo e cinque per la donna, o quantità corrispondenti di alcol per altre bevande (alcolemia di 0,9-0,11 grammi per litro di sangue): lo stato di ebbrezza è evidente, la percezione degli stimoli è del tutto alterata e i tempi di reazione disastrosi.
  • Per quantità superiori di bevande alcoliche e alcolemia superiore a 1,5 grammi per litro di sangue: subentrano confusione mentale, perdita di lucidità e sonnolenza progressiva; il comportamento è gravemente alterato; molto frequenti veri e propri deliri che possono sfociano anche in violenze fisiche;.


L'alcol può causare malnutrizione per eccesso (aumento di peso) e per difetto (magrezza, carenze alimentari).
Le bevande alcoliche apportano tante calorie in un volume ridotto. Bere poco ma continuamente, come pure bere molto alcol in alcune occasioni (aperitivo, discoteca), sebbene sporadiche, può aggravare i problemi di sovrappeso. Viceversa, oltre certe dosi l'alcol può provocare carenze alimentari e riduzione del peso, dal momento che interferisce con l'assorbimento e il deposito di alcune vitamine e nutrienti, riduce l'appetito e induce il consumo di proteine e grassi corporei, tutti effetti gravi soprattutto per chi ha problemi al cuore, ai reni e al fegato.

 

A lungo andare l'alcol può causare dipendenza, che porta all'alcolismo.
L'alcol ha un grosso potere di assuefazione sul cervello. Bere abitualmente può dunque far sentire la necessità di bere di più e ancora più spesso fino all'alcolismo.

 

Pochi bicchieri di vino, tutti i giorni, e aumenta il rischio di tumori.
Alcuni tumori, quelli di bocca, faringe, laringe, esofago, pancreas, mammella e colon-retto - sono legati anche al consumo di alcol. È stato dimostrato che il rischio di questo tipo di tumori aumenta non solo con le quantità di alcol tipiche dell'alcolista, ma anche con un consumo moderato. Inoltre l'alcol è un fattore di rischio per cirrosi epatica, che è il terreno preferenziale su cui si sviluppa il tumore del fegato. Più si beve, e per più tempo, più aumenta il rischio di cirrosi e tumori.

 

Anche come si beve è importante.
Bere a stomaco pieno è meglio per diversi motivi: riduce il picco di alcolemia e quindi gli effetti nervosi dell'alcol, riduce il rischio di iperacidità, gastrite e reflusso gastro-esofageo, e infine riduce la formazione di prodotti tossici che derivano dallo smaltimento dell'alcol, prima tra tutti l'acetaldeide. Per lo steso motivo è meglio preferire vino o birra ai superalcolici.
Negli ultimi anni è aumentato notevolmente anche in Italia il "binge drinking", cioè il bere per ubriacarsi, definito come il consumo di più di cinque bicchieri in un'unica occasione. Questo comportamento, volto al raggiungimento dell'ebbrezza, è molto diffuso tra i giovani ma si è esteso notevolmente anche nelle fasce di età più avanzate. Anche se avviene una sola volta alla settimana, o anche meno, si tratta di un'abitudine molto pericolosa per la salute.

 

* Una Unità Alcolica è qualunque quantità di bevanda alcolica che apporti 12 g di alcool. A titolo di esempio può essere individuata in un bicchiere di vino a media gradazione (125 ml, 12 gradi), o una lattina di birra a media gradazione (330 ml, 4,5 gradi) o ancora un bicchierino di superalcolico (40 ml, 38 gradi)

Come funziona
Se leggi la scheda con attenzione, imparerai tutto quello che è veramente importante sapere sull’argomento. E solo quello.
CREDITS | CONTATTACI
Aut. SIAE n. 1647/I/ 1697