Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione
Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
mangiomeglio
chiedoemangio
somangiare
sobere
contoemangio
Linee guida in video
linee guida in video
Linea guida 3: Grassi: scegli la qualità e limita la quantità

I grassi ci fregano perché sono buoni e costano poco. Il primo problema è che a parità di peso contengono molte più calorie. Il secondo problema è che se sono troppi non solo fanno ingrassare, ma costituiscono un rischio importante in più per il cuore (perché si depositano nelle arterie) e per il cancro, cioè per le due principali cause di morte nella nostra società. Perché? Perché ci siamo abituati a mangiare tutti i giorni come dovremmo mangiare solo nei giorni di festa.

In pratica, se non facciamo lavori molto faticosi o siamo davvero molto sportivi, carne, formaggi e condimenti vanno usati col bilancino. Per avere un’idea, pensate che in Italia mangiamo il doppio della carne che dovremmo mangiare.

Conosciamoli allora meglio, questi grassi alimentari.

 

-----

 

  • LUI: Buon anniversario! Ho preso cose buonissime per stasera.
  • LEI: Grazie per le rose, ma non ci sarà nessuna cena d’anniversario.
  • LUI: Oddio, che ho fatto?
  • LEI: Ho ritirato le analisi. Lo sai quanto hai di colesterolo? 250. Dovresti avere meno di 200.
  • LUI: Mi hai fatto prendere un colpo! Vabbé… la dieta la comincio domani. Giuro. Oggi ho organizzato tutto: il vino, le candele, la musica, i figli sono fuori…
  • LEI: No, la cominciamo oggi. Io di colesterolo ho 260. In questa casa non entra più un grammo di grasso!

 

In realtà, i grassi non rendono solo gustosi molti cibi, ma servono a fabbricare le membrane delle cellule del nostro corpo e ad assorbire molte vitamine, e contribuiscono al buon funzionamento di tutti gli organi.

 

  • LUI: Senti, parliamone…
  • LEI: E sono anche ingrassata di due chili!

 

A parità di peso, i grassi contengono più del doppio delle calorie contenute nei carboidrati e nelle proteine.

Però, per mantenersi in salute, un adulto non dovrebbe ricavare dai grassi più di un terzo delle calorie di cui ha bisogno.

Troppi grassi – quindi troppa carne, troppi formaggi e troppi condimenti – aumentano, infatti, il rischio di obesità, malattie cardiovascolari e tumori.

 

  • LEI: 85 grammi di grassi su 100 grammi di burro! Via, per qualche tempo non ne mangiamo più
  • LUI: Almeno il parmigiano no. Guarda, 28,1 grammi di grasso ogni 100 grammi: che cosa vuoi che faccia una spolverata di parmigiano?
  • LEI: Vabbé, ma una spolveratina.

 

Anche il colesterolo è indispensabile all’organismo, che infatti, ne produce per conto suo più di quanto ne entri con il cibo.

Troppi grassi e troppe calorie aumentano però la quantità di colesterolo nel sangue, e un livello alto è un indicatore della probabilità di danni alle arterie, quindi di infarto o di ictus.

Il modo migliore per controllarla, oltre all’attività fisica, è ridurre le calorie, e fare attenzione ai grassi.

I grassi del cibo, però, non sono tutti uguali.

 

  • LUI: Capito?
  • LEI: Ok, vediamo che cosa possiamo mangiare stasera.

 

Fanno aumentare il colesterolo, se consumati in grande quantità, i cibi ricchi di grassi saturi come la carne e i salumi, ma anche, panna, formaggio e burro.

Non lo fanno invece aumentare i cibi ricchi di grassi insaturi, come gli oli di semi e di oliva, le noci e le nocciole, e anche il pesce, soprattutto quello azzurro.

Se non sono troppi, i grassi insaturi aiutano anzi a impedire la formazione di placche nelle arterie e a rimuovere il colesterolo dal sangue.

 

  • LEI: Allora, buttiamo carne, burro e formaggio.
  • LUI: Aspetta, qui dice che i grassi saturi possono arrivare al 10% delle calorie totali. Non sono mica velenosi.
  • LEI: Hai vinto, ma non sbagliare i conti.
  • LUI: Dai, ora fammi cucinare.

 

Per cucinare e condire usa pochi grassi, e preferisci olio extravergine di oliva e oli di semi a burro, strutto o panna.

Mangia pochi fritti.

Mangia pesce fresco o surgelato due o tre volte alla settimana.

Scegli tagli di carne magri, quelli che con meno grasso visibile.

Non mangiare più di 2-3 uova alla settimana.

Fai porzioni piccole di formaggi: sono tutti ricchi di grasso, anche quelli freschi. Sono buoni per questo.

 

  • LEI: Mmmh… ottimo. Che cuoco che sei.
  • LUI: E ti faccio pure perdere i due chili.
  • LEI: Ma se sono io che mi preoccupo per te.
  • LUI: Il mio cuore sta benissimo.
  • LEI: Non mi preoccupo solo del tuo cuore…sfumare con sorriso malizioso
  • LUI: Ma… io sono un leone, io!
  • LEI: Lo so, ma è meglio prevenire. Perché voglio altre cento serate come stasera.

 

-----

 

Peccato, perché sono buoni. Ma per concederci qualcosa in più c’è sempre una strada: muoverci di più.

C’è anche un’altra cosa buona alla quale dobbiamo stare attenti: lo scopriremo nella prossima linea guida.

 

Lo sapevi che
Il ferro assunto con gli spinaci veramente poco. Sebbene gli spinaci ...
Leggi
IL PUNTO

Natale è di nuovo alle porte e, come ogni anno, siamo qui davanti alla bilancia a chiederci perplessi se ce la faremo a superare indenni le feste...

Leggi
Marketing sociale e comunicazione per la salute
CREDITS | CONTATTACI
Aut. SIAE n. 1647/I/ 1697