Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione
Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
mangiomeglio
chiedoemangio
somangiare
sobere
contoemangio
Sapermangiare in video
Per saperne di più

Poiché è caratterizzata da rapidi cambiamenti fisiologici, l'adolescenza è un'età particolarmente delicata anche da un punto di vista nutrizionale. L'accrescimento è il primo e più evidente di questi cambiamenti. Proprio all'ingresso in questa età, intorno ai 12 anni per le ragazze e intorno ai 13 per i ragazzi, l'accrescimento è particolarmente rapido: soprattutto in questo momento, un'alimentazione inadeguata può compromettere la crescita dei ragazzi.


Aumentare il consumo di nutrienti "pregiati"

Oltre che da un aumento del fabbisogno di energia, l'adolescenza è caratterizzata dall'aumento del fabbisogno di alcuni nutrienti: proteine, ferro, calcio e vitamine A, C e D. Per fornire all'organismo tutto ciò di cui ha bisogno occorre aumentare il consumo di carne e pesce (ottime fonti di proteine e ferro) latte e yogurt  (ottime fonti di calcio) frutta e verdura di tutti i colori (segno della presenza di una varietà di vitamine, minerali e sostanze protettive). Latte e yogurt, in particolare, non dovrebbero mai mancare nella dieta dell'adolescente.

 

Calcio e ferro sono vitali soprattutto per le ragazze

Il fisico della ragazza adolescente è particolarmente sensibile alle carenze di calcio e di ferro. Se nella sua alimentazione non c'è abbastanza calcio alimentare, le ossa si calcificheranno poco. Le conseguenze non si vedono subito, ma quando sarà grande ed entrerà in menopausa correrà un rischio di osteoporosi anche grave. Allo stesso modo, l'inizio dei flussi mestruali fa aumentare la richiesta di ferro, la cui carenza può portare ad anemie. Una ragazza anemica si stanca più facilmente e non riesce ad affrontare altrettanto bene gli impegni della vita, fra i quali lo studio.

 

Non mangiare sempre le stesse cose, evita diete "strane" e fast food

Gli adolescenti tendono spesso a seguire mode, stili di vita e credenze alimentari poco salutari. Soprattutto tendono ad avere una dieta monotona, e a tutte le diete monotone mancano dei nutrienti importanti. Le ragazze ad esempio tendono a seguire diete fai-da-te o lette su giornali e riviste, che spesso escludono alimenti importantissimi come la carne e il pesce, e quasi mai sono bilanciate e adatte alle esigenze individuali. La dieta, se necessaria, è sempre personalizzata e deve essere preparata da un medico specialista. I ragazzi invece spesso consumano grosse quantità di carne o uova, di cibi da fast food (panini, fritture, bibite zuccherate ,etc.) e poca frutta e verdura. La conseguenza possono essere l'aumento di peso e il rischio di aumento già a questa età del colesterolo nel sangue. Ragazze e ragazzi vanno invece indirizzati verso un'alimentazione completa e varia.

 

Lo sport aiuterà lo scheletro per tutta la vita

Per avere ossa forti anche da anziani, quando l'osteoporosi può colpire, il calcio del latte e dello yoghurt è importante ma da solo non basta. Perché si fissi nelle ossa, queste devono "lavorare", e il modo migliore è avere uno stile di vita attivo. Durante l'adolescenza infatti - e solo nell'adolescenza - ciascuno di noi accumula nelle ossa una "riserva" di calcio che le proteggerà per tutta la vita, soprattutto nella terza età, quando è forte il rischio di osteoporosi, malattia che rende le fragili.

Come funziona
Se leggi la scheda con attenzione, imparerai tutto quello che è veramente importante sapere sull’argomento. E solo quello.
CREDITS | CONTATTACI
Aut. SIAE n. 1647/I/ 1697