Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione
Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali
mangiomeglio
chiedoemangio
somangiare
sobere
contoemangio
Sapermangiare in video
Per saperne di più

Le persone che praticano attività sportiva di livello agonistico hanno esigenze alimentari molto diverse, a seconda del tipo di sport praticato e della frequenza degli allenamenti e necessitano quindi di una dieta speciale, studiata caso per caso. Chi invece pratica sport a livello amatoriale, in genere 2-3 volte alla settimana, ma in certi casi anche di più, deve solo prestare qualche attenzione in più.

 

La quantità di calorie dipende dall'attività fisica
Le calorie assunte nel corso della giornata devono variare in base all'attività fisica, ossia in base all'energia che l'organismo "spende" per fare l'attività fisica. Ovviamente, se si assumono più calorie di quelle che servono si aumenta di peso, viceversa se se ne assumono di meno. Per chi pratica attività sportiva amatoriale non è in genere necessario variare il tipo di dieta durante l'allenamento, nei giorni di riposo, e durante il periodo delle gare.

 

Bere molta acqua e reintegrare i sali minerali persi durante l'esercizio fisico
Quando si pratica sport generalmente si perdono acqua e sali minerali con il sudore e il respiro. L'entità di questa perdita è molto variabile, e può portare in casi estremi a disidratazione, affaticabilità, cali di pressione e svenimenti. Il modo più sicuro e corretto per prevenirli è bere molta acqua e mangiare tanta frutta e verdura. È sconsigliata la supplementazione con integratori alimentari, sia perché non servono, sia perché potrebbero nuocere alla salute.È invece importante bere anche durante lo svolgimento dell'esercizio fisico.

 

Scegliere bene gli alimenti
Lo sportivo ha bisogno di energia, quindi di carboidrati e di grassi. Per quanto riguarda i carboidrati, è meglio limitare i cibi contenenti zuccheri semplici (come ad esempio i dolci e le bibite zuccherine), e preferire quelli che hanno carboidrati complessi (pane, riso, pasta, patate etc.). Ottimi anche i prodotti fatti con farine integrali. Per quanto riguarda i grassi, invece, è meglio preferire quelli di provenienza vegetale (olio di oliva o di semi) e del pesce. Nella dieta dello sportivo, poi, non devono mai mancare frutta e verdura in grande quantità, utili per reintegrare i sali minerali e per fornire le vitamine e gli elementi "protettivi" di cui ha bisogno l'organismo impegnato nell'attività fisica. Le bevande alcoliche, invece, è meglio evitarle del tutto: peggiorano le prestazioni e possono far male alla salute!

 

L'alimentazione è importante, ma non esistono cibi o diete che migliorino le prestazioni atletiche
Una buona alimentazione è necessaria per ottenere una buona prestazione sportiva, ma non fa miracoli. È ad esempio diffusa la convinzione che chi fa attività sportiva abbia bisogno di più proteine (carne, pesce, uova, etc.): in realtà l'apporto di proteine può essere aumentato anche semplicemente aumentando il contenuto in calorie della dieta, perché così aumenta anche la componente proteica. Per lo stesso motivo vanno evitati gli integratori: non ce n'è alcun bisogno e in gran quantità possono nuocere ai reni e al fegato. Inoltre è diffusa la convinzione, soprattutto tra coloro che praticano body building, che mangiare durante l'allenamento, soprattutto alimenti ricchi di proteine, aiuta ad aumentare la massa muscolare; anche in questo caso, solo l'allenamento consente di ottenere questo tipo di risultato: meglio mangiare a riposo e digerire con calma!

Come funziona
Se leggi la scheda con attenzione, imparerai tutto quello che è veramente importante sapere sull’argomento. E solo quello.
CREDITS | CONTATTACI
Aut. SIAE n. 1647/I/ 1697